Maggio viene ardito e bello - con un garofano all'occhiello

Gianni Rodari, nella sua famosa filastrocca “I dodici mesi”, non ha sbagliato un colpo - e col mese di maggio non ha fatto eccezione.
Dopo un aprile più simile a un febbraio, che ha spento nella pioggia tutti i nostri entusiasmi, la primavera sembra finalmente arrivata a restituire alla riviera ligure i suoi colori, che con una città come Sanremo - “La città dei fiori” - infilata nel taschino, ne vanta ogni diritto.
Poiché la poesia è, da sempre, amica dei fiori, prendiamo a prestito i versi di un poeta a noi liguri molto caro: Gerry Delfino, nato e cresciuto ad Albenga, dove ha preso vita il suo incantevole Giardino Letterario, che con oltre 1.300 diverse specie vegetali ogni anno attira fiumi di turisti ed estimatori dell’arte e della natura.

Scritta a gesso direttamente su una porta, la poesia cita:
“Dove il mare diventa scoglio,
dove il cielo diventa pietra,
dove il verde avaro è ricco,
là c’è la Liguria”

Perché la Liguria è una terra di colori in ogni stagione dell’anno, ma è in primavera che, proprio come sboccia la rosa, fiorisce.
E’ in questa stagione che i muriccioli delle passeggiate che costeggiano il mare si vestono del viola del glicine, diffusissimo in tutto il ponente ligure e del bianco del fresco gelsomino.
Tra i ciuffi d’erba dei sentieri di collina su cui sfrecciano i biker sbocciano le primule, i tulipani e le gerbere, le ortensie, i garofani e le violette: per ogni curva un colore, per ogni borghetto un profumo.
Triora per le margherite selvatiche, Dolceacqua per le peonie, Apricale per le calle, Sanremo per le rose rampicanti, Bordighera dei fiori spontanei lungo il Beodo: ogni tappa di questa costa del Bel Paese diventa, in questa stagione, un fiore da raccogliere, e di cui omaggiare le persone che amiamo.

Che la festa della mamma cada proprio la seconda domenica di maggio è una coincidenza dolcissima che dà a ciascuno l’occasione di regalare un fiore, o meglio ancora un mazzo, o meglio ancora una passeggiata insieme lungo i viottoli dell’entroterra ligure, dove il fiore più bello è quello che si tiene al braccio.

Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet