23/02/2024

Febbraio: Il mese della Festa

La Liguria si vive d'estate, d'inverno e poi a febbraio.

Occorre fare una distinzione, perché il mese di febbraio è diverso da tutti gli altri e si vive in una sola città: Sanremo. Sanremo da bere che ospita il più bel festival della musica italiana e ubriaca tutta Italia di bellezza, performance indimenticabili e magia. Sanremo da amare che vive nei fiori tutto l'anno e non solo a San Valentino, ma è proprio in questa festa che dà il meglio di sé. Sanremo da ammirare, patria del teatro più famoso d'Italia, ma che ha un palco in ogni strada quando arriva il Festival.

Febbraio cade d'inverno, ma a Sanremo è il mese dei colori, di un caleidoscopio che ipnotizza tutta la nazione. Fin dai primi giorni del mese si inizia ad avvertire il fermento, il brio dell'attesa che è essa stessa il piacere, come scriveva un grande autore. L'atmosfera si carica di emozione, aspettativa ed energia a ogni spunta del calendario, perché a febbraio la città trattiene il fiato e si prepara per la festa - la sua festa.

Visitare la riviera dei fiori in questo mese è una magia diversa, un'esperienza che quasi ci fa dimenticare di trovarci sulle sponde di uno dei più bei mari d'Italia, perché - per una volta - la protagonista è la città che di quel mare è la sposa. Non c'è rigore dell'inverno che le luci vivaci e sempre accese delle strade di Sanremo non possano mitigare: parliamo dell'insegna dell'Ariston, signori, che da 48 anni sfavilla negli schermi di tutte le città d'Italia nella narrazione di una kermesse che chiama tra le strade della città il talento da ogni angolo del Paese e del mondo. Le casse del teatro pulsano come un cuore, e la via principale della città è l'arteria di una regione che, in questo periodo dell'anno, batte tutti i pregiudizi e si schiude come un fiore invernale: sono tutti invitati al Festival di Sanremo; le porte di ogni albergo - e i nostri, per primi - sono aperte e tra i corridoi, nei ristoranti, ai tavoli dei bar si ha davvero l'impressione di poter incontrare chiunque, perché la magia è proprio questa: di colpo, tutti sono qui. I grandi della musica, del cinema, del teatro, della televisione accorrono alla chiamata dell'Ariston come sul set di un grande spettacolo: l'emozione di averli come improvvisati vicini di casa o di fare colazione nel loro stesso bar è impagabile.

E quando finisce il Festival, finisce la magia? Non in un luogo i cui colori le hanno valso l'appellativo di "Città dei Fiori": al corredo di Sanremo potrebbero mai mancare le rose rosse di San Valentino? Quando le strade ancora vibrano dell'energia del Festival e il vento è frizzante e profumato, il mare torna a reclamare a gran voce l'attenzione che merita: protagonista capriccioso, non permette di essere dimenticato, e allora eccolo accontentato con la Regata di Carnevale: 200 vele che in fila lo omaggiano e lo ringraziano per la magia che riesce sempre a raccontare: ricordando che lo sciabordio delle onde è la migliore colonna sonora per una storia d’amore che anticipa la notte di San Valentino….

Nella notte di San Valentino le luci della città calano e diventano calde, soffuse; e i suoi mille fiori chinano le teste verso le orecchie degli innamorati, sussurrandogli all'orecchio la parola giusta.

E quando torna il giorno, e sorge il 15 di febbraio, la città è ancora in festa: perché è Carnevale, e ogni scherzo vale. E allora si scherza, per le strade della città e di tutti i suoi borghi: si toglie la polvere dai costumi delle vecchie maschere liguri e se ne confezionano di nuovi: supereroi e mostri, e qualche animale di fantasia. I coriandoli degli stessi colori dei fiori e ogni strada della città si riempie di risate, di corse e di giochi. Se la notte è per gli innamorati, il giorno è per i bambini, e chi tanto bambino più non è, ma lo sente forte nel cuore.

A febbraio, venite a Sanremo. Dove altro dovreste essere?

Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet